Torna alla homepage
CHI SIAMO COMITATO SCIENTIFICO COME ADERIRE CONTATTI
cerca
 
Homepage
Notizie in primo piano
FAQs (BPCO: Cosa Sapere)
Giornata Mondiale BPCO
Sezioni territoriali
Sportelli BPCO
Appuntamenti
Testimonianze
Video BPCO
Link
 
 
 
 
 
FAQs
La BPCO è una malattia cronica e invalidante, molto diffusa nel nostro paese, ma spesso sottovalutata anche dal paziente che, malgrado la presenza di tosse cronica, espettorato o difficoltà di respiro, non parla di questi sintomi con il proprio medico, se non quando questi incidono sulla vita di tutti i giorni. Le cause del lungo periodo tra insorgenza dei primi sintomi e diagnosi sono diverse e bisogna operare uno sforzo congiunto, da parte del medico e del paziente, perché il riconoscimento della malattie avvenga il prima possibile.
Si ringraziano per la collaborazione: il Prof. Lorenzo Corbetta, Delegato nazionale GOLD, la Dott.ssa Margherita Neri, Professore a contratto Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro Università di Pavia e il Prof. Claudio Maria Sanguinetti, Specialista e docente di malattie respiratorie di Roma.
BPCO: cosa sapere e cosa fare?
Asma e BPCO. Similitudini e differenze
Gravità della BPCO
Fattori di rischio e prevenzione
Trattamento della BPCO
Riacutizzazioni
Le Carte del rischio respiratorio
Fai il test di autovalutazione della BPCO
Cosa fare se il medico diagnostica una BPCO
Consigli dell’Associazione Italiana pazienti BPCO
La BPCO è una malattia progressiva e invalidante che causa un deterioramento della funzionalità respiratoria più grave col passare del tempo ed è anche legata allo stile di vita che si conduce. Nel corso della sua evoluzione può portare più o meno rapidamente all'insufficienza respiratoria e perciò richiede molta attenzione da parte di chi ne è affetto. Si può fare molto per migliorare la qualità della vita e ridurre i disagi della malattia. Per prima cosa si deve essere attivamente partecipi alla sua gestione ed avere un buon dialogo col proprio medico.
Ecco alcune raccomandazioni a cura dell’Associazione.
Se sei fumatore, smetti di fumare il prima possibile. Rivolgiti al tuo medico che, se necessario, ti invierà ad un centro specializzato. Questi numeri verdi possono esserti utili: 800 55 40 88 (Istituto Superiore di Sanità) e 800 99 88 77 (SOS Fumo - Lega contro i Tumori).
Evita di respirare fumo passivo. Pretendi che la legge per la tutela della salute dei non fumatori venga rispettata.
Segui il piano di cura prescritto dal medico (assumi regolarmente i farmaci consigliati, segui le norme di comportamento consigliate, assicurati con il tuo medico di assumere correttamente i farmaci per via inalatoria, segui le indicazioni su cosa fare in caso di aggravamento); chiedi una copia scritta del piano di cura al tuo medico.
Effettua la vaccinazione antinfluenzale ogni anno e la vaccinazione antipneumococcica ogni 5 anni.
Prendi le precauzioni necessarie per cercare di evitare le infezioni delle prime vie respiratorie, in particolare le forme influenzali.
Esegui controlli periodici e regolari con la periodicità che ti consiglia il tuo medico, anche se ti senti abbastanza bene.
Segui i programmi di riabilitazione che ti vengono proposti, con costanza regolare.
Chiedi al tuo medico maggiori informazioni e una documentazione scritta sulla malattia.
Cerca di non esporti all'inquinamento sia in casa (fumi, polvere, detersivi forti,ecc) sia fuori casa (traffico, ambienti comunque inquinati).
Se puoi, trascorri qualche ora o qualche giorno in ambienti salubri (parchi, giardini, città non inquinate, mare o montagna), cerca di seguire un’alimentazione sana e un’attività fisica regolare.
Avere la BPCO può comportare modifiche anche importanti della propria vita, per esempio la necessità di ridurre talune attività, professionali o sociali. In molti casi, è necessario poter contare sulla disponibilità di familiari o altri per essere aiutati nello svolgimento delle normali anche piccole attività quotidiane: non vergognartene, nessuno ti vorrà meno bene per questo.
© Effetti srl